News

Mostre in corso

04 / 09 / 2011


KM/0. SEGNI D’ARTE A SUD
seconda edizione
a cura di Anna Cirignola
c/o LABORATORIO DI ARTE E ARCHITETTURA

 
mostra di
Valentina D’Andrea, Antonio De Luca, Luisa Elia,
Nicola Elia, Rosamaria Francavilla, Michele Guido,
Maurizio Monticchio, Daniele Papuli, Romano Sambati,
Fernando Schiavano, Carlo Michele Schirinzi, Ingrid Simon

Fino al 15 settembre.
Apertura ed orari: la mostra è visitabile dal lunedì al venerdì. Dalle 10 alle 19.

Una speciale apertura della mostra è prevista domenica 4 settembre in occasione di “Siderale/siderurgico. Sul terrazzo ad ascoltar le Stelle”, installazione sonora per aria, acqua e ferro di Antonio De Luca. Ore 20.


Siderale/siderurgico
Sul terrazzo ad ascoltar le Stelle
installazione sonora per aria, acqua e ferro
a cura di Antonio De Luca

Domenica 4 settembre, per la speciale apertura di Km/0. Segni d’arte a Sud, gli spazi del Laboratorio di Arte e Architettura ospitano una serata d'ascolto a cura di Antonio De Luca, presente nella collettiva a cura di Anna Cirignola con la serie dal titolo “Stelle”.
Antonio De Luca ripropone qui alcune delle sue prime sculture sonore, tra cui Siderale, installazione sonora per ferro ed acqua, realizzata nel 1998; e la performance Siderofono, scultura sonora per ferro e imbuti del 2001. Questi lavori, presentati in spazi differenti con esiti sempre imprevedibili, nascono da una relazione profonda con il luogo. Di volta in volta cercano un dialogo con l'architettura e le sue caratteristiche acustiche e spaziali, invitando così ad abitare il luogo attraverso l'ascolto.
Suonare i luoghi (1995-2011)
Suonare i luoghi è il titolo dell'ultimo progetto di Antonio De Luca, scultore sonoro impegnato dal 1995 in un lavoro che mette in relazione la ricerca tra suono, forma, materia e spazio sonoro con le tematiche più articolate del world soundscape project e dell'ecologia della musica. “Nel 1995”, dice De Luca, “ho cominciato ad addentrarmi nel suono della materia, indagandone le relazioni con la forma e lo spazio sonoro; a riportare il suono alla sua dimensione fisico-poetica, come la più sottile delle sculture possibili; a immaginare l'eco come ombra del suono” E continua: “Penso al suono come a una densità transitoria, come un aver luogo del tempo. Curo l'esperienza dell'ascolto come pratica di relazione creativa con i luoghi. Come inedita possibilità di ascoltare il luogo, di abitarlo poeticamente....”
www.antoniodeluca.org







PRESTAZIONE D'OPERA


ANTONIO DE LUCA E FERNANDO SCHIAVANO


http://bari.repubblica.it/cron...


siderale/siderurgico








http://www.premiolum.it/diario...%E2%80%99arte-sud-lecce-fino-al-15-settembre


web concept [antonio rollo]